IN ITALIA TORNANO A CRESCERE RISPARMI E CETO MEDIO

Record storico per i risparmi. Il 12,6% del reddito complessivo non viene speso.


Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, la notizia positiva è che dopo anni torna la tendenza al risparmio delle famiglie italiane. La percentuale di reddito risparmiato era del 9% nel 2011 è del 12,6 a metà di quest'anno. Il fatto che si risparmi di più non significa automaticamente che la situazione socio-economica complessiva sia migliore. Il dato può anche essere letto come maggiore sfiducia nel futuro. L'incertezza aumenta la propensione al risparmio. In questo caso però, l'indagine promossa da Intesa ed Einaudi vede il bicchiere mezzo pieno ed accanto alla ritrovata propensione al risparmio individua un altro dato incoraggiante:un ceto medio che torna ad irrobustirsi con i bilanci famigliari che riacquistano parte della prosperità perduta durante la crisi. Negli ultimi 10 anni non era mai accaduto che 1 milione e 300mila famiglie rientrassero nel ceto medio o vi approdassero per la prima volta. Il 57,5% delle famiglie percepisce un reddito compreso tra 1.500 e 3.000 euro al mese e lo ritiene sufficiente per vivere. Tornano nel 2019 a crescere dunque le famiglie che risparmiano (52%) rispetto a quelle che non lo fanno (48%). Infine, guardando alla gestione del risparmio restano alcuni cardini intramontabili. La preferenza in materia finanziaria per il basso rischio e la liquidità da un lato mentre sul fronte degli investimenti immobili la casa resta la scelta principale.






Scarica il documento



  
Elenco NewsCalendario Iniziative  Inizio Paginas
Home Page